[ Log in ]
Per visitare il nostro profilo http://www.facebook.com/parrocchiadifossoli Orario SANTA MESSA
Domenica ore 10:00 - 11:30
Dal Lunedi al Sabato ore 19:00
Pasqua 2018
Scarica il giornalino di Pasqua 2018 con il calendario completo delle celebrazioni

Carissimi, celebrare la Pasqua ogni anno ci permette di riscoprire e fare memoria del cuore vivo della nostra fede cristiana, del senso della nostra esistenza e della destinazione finale di tutta la creazione. Il dono libero e gratuito della propria vita da parte di Gesù in obbedienza amorosa al Padre, la risurrezione a vita nuova di Gesù ad opera del Padre, se accolti con fede appassionata, grazie allo Spirito Santo, agiscono radicalmente nella nostra vita trasformandola in ogni istante in vita donata capace di vincere il peccato, il male e la violenza. L’evento, accaduto una volta per tutte, della Pasqua del Signore è il fuoco acceso nel cuore del mondo, che scalda così la nostra vita di credenti, discepoli e innamorati di Gesù Cristo. Una fede viva e vitale che, se lasciata agire in noi, permette di raddrizzare ciò che è storto nella nostra vita e di sanare ciò che è ferito, di perdonare e amare chi non è amabile, di sperare contro ogni speranza, di camminare insieme da fratelli e sorelle con una cura particolare per chi non ce la fa e rimane indietro per mille fatiche e ragioni. La forza della Risurrezione produce incessantemente una speranza nuova che dona uno sguardo, un cuore e una intelligenza capaci di trasformare il mondo intero in un mondo abitale per tutte le creature e nel quale gli uomini e le donne del Vangelo sono al servizio gli uni degli altri e custodi di tutto ciò che esiste. Anche il concilio Vaticano II nella costituzione Gaudium et spes promulgata nel 1965 ai numeri 37-38 scrive:

“[…]infatti, sconvolto l'ordine dei valori e mescolando il male col bene, gli individui e i gruppi guardano solamente alle cose proprie, non a quelle degli altri; e così il mondo cessa di essere il campo di una genuina fraternità [...] i cristiani per risposta affermano che tutte le attività umane, che son messe in pericolo quotidianamente dalla superbia e dall'amore disordinato di se stessi, devono venir purificate e rese perfette per mezzo della croce e della risurrezione di Cristo. […] Il Verbo di Dio ci rivela che «Dio è amore» (1 Gv 4, 8), e insieme ci insegna che la legge fondamentale della umana perfezione, e perciò anche della trasformazione del mondo, è il nuovo comandamento della carità. Coloro, pertanto, che credono alla carità divina, sono da lui resi certi, che è aperta a tutti gli uomini la strada della carità e che gli sforzi intesi a realizzare la fraternità universale non sono vani. Così pure egli ammonisce a non camminare sulla strada della carità solamente nelle grandi cose, bensì e soprattutto nelle circostanze ordinarie della vita. Sopportando la morte per noi tutti peccatori, [Gesù Cristo] ci insegna col suo esempio che è necessario anche portare la croce; quella [croce]che dalla carne e dal mondo viene messa sulle spalle di quanti cercano la pace e la giustizia. Con la sua risurrezione costituito Signore, egli, il Cristo cui è stato dato ogni potere in cielo e in terra, tuttora opera nel cuore degli uomini con la virtù del suo Spirito, non solo suscitando il desiderio del mondo futuro, ma per ciò stesso anche ispirando, purificando e fortificando quei generosi propositi con i quali la famiglia degli uomini cerca di rendere più umana la propria vita e di sottomettere a questo fine tutta la terra […].

Nella Pasqua riconosciamo la verità profonda dei versetti del Vangelo di Giovanni al capitolo 3, “Dio infatti ha tanto amato il mondo da dare il Figlio unigenito perché chiunque crede in lui non vada perduto, ma abbia la vita eterna. Dio, infatti, non ha mandato il Figlio nel mondo per condannare il mondo, ma perché il mondo sia salvato per mezzo di lui. Chi crede in lui non è condannato; ma chi non crede è già stato condannato, perché non ha creduto nel nome dell’unigenito Figlio di Dio”. In questa esuberanza d’amore del Padre che invade il nostro cuore di figli di Dio, sta la nostra gioia in Cristo, gioia che diventa, nello Spirito di Vita, fontana d’acqua che sgorga dai nostri cuori, per raggiungere chi ha fame e sete di giustizia, carità e speranza, e dissetarli nel servizio fraterno e umile di chi non è venuto per essere servito ma per servire. Con l’augurio che questa gioia invada le nostre famiglie e le disseti, e così il nostro paese, vi diciamo: Buona Pasqua!


Don Roberto, le Suore e la comunità parrocchiale



Per maggiori dettagli sul menù scarica il volantino in PDF